Beve il caffè e “gratta” 2 euro. Ne porta a casa centomila
Il Bar Sport di Cuveglio baciato ieri mattina dalla Dea Bendata

Beve il caffè e “gratta” 2 euro. Ne porta a casa centomila

Strepitosa vincita al Bar Sport. La fortunata giocatrice è una madre di famiglia

La Dea Bendata bacia una lavoratrice di Cuveglio. La fortunatissima signora con un tagliando da due euro ha infatti vinto centomila euro. È stato Matteo Masciocchi, il titolare del Bar Sport di via Battaglia di San Martino, a rendere nota la strabiliante vincita avvenuta nel suo esercizio commerciale, ed è molto contento pur non essendo lui il diretto fortunato.
Ma chi sarà questa signora che ha effettuato una simile vincita? Ovviamente vige la riservatezza. Ma qualcosa trapela.

Come ogni mattina

Si tratta di una cliente abituale e del paese, che spesso la mattina si reca al Bar Sport per prendere un caffè. «Una signora di mezza età, che lavora e ha famiglia» dice Matteo. Che aggiunge: «Solitamente con il resto del caffè acquista un gratta e vinci. Soltanto uno, da due euro». Ma questa volta tentare la sorte ne è proprio valsa la pena.
Il tagliando fortunato era del tipo chiamato La Scopa. «Non ci sono mai state vincite così sostanziose nel nostro bar - aggiunge il titolare - Certo, vincite da cinquecento, mille o cinquemila euro si sono verificate. Ma mai così alte. E centomila euro è la vincita massima per questo gioco». Al bar di Masciocchi però la vincita non è stata festeggiata. Chiediamo il perché. «Beh, la vincitrice ci ha offerto il caffè e ci ha ringraziati». Nessun regalo per il titolare dell’esercizio? «No, ma d’altronde non voglio niente. Mi basta la felicità della signora» risponde con eleganza Matteo.

Le tappe della Dea

La vincitrice non gli ha raccontato neppure che cosa farà con questa bella vincita. Ma sappiamo che ha una figlia e forse questo denaro sarà diviso in famiglia o utilizzato per un acquisto condiviso. La saggia vincitrice non ha voluto dire troppo e ha preferito mantenere il riserbo anche sulla destinazione del fortunato introito.
Meglio il silenzio in questi casi e godersi la propria vincita con chi più si desideri. La vincita di Cuveglio è comunque una buona notizia per tutti coloro che tentano la sorte con gratta e vinci e altri giochi. In molti giocano. In pochi vincono però. Anche se la provincia di Varese è stata spesso baciata dalla sorte. Ci sono state anche vincite strepitose, come accaduto a Varese (chi dimentica i cinque milioni vinti al Casa Perez Milagros dal bosniaco Yasko Sabich nel marzo 2015?), a Busto (100 mila euro grazie a un Maxi Miliardario nel gennaio 2015) o a Vedano Olona (500 mila euro vinti con 5 euro da un fortunato residente nel 2016), tanto per citare qualche esempio. E allora: auguri a tutti. Da oggi qualcun altro al Bar Sport tenterà la sorte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Telegram Ti è piaciuto quest’articolo? Iscrivendoti al servizio Telegram, potrai ricevere le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti
Articoli più letti