«Una persona di grandi valori che mancherà alla comunità»
Giuseppe Serra è morto l’altro ieri dopo il terribile incidente sul tratto della 394 che attraversa Brissago Valtravaglia

«Una persona di grandi valori che mancherà alla comunità»

Giuseppe Serra, coinvolto nell’incidente del 9 aprile sulla 394, non ce l’ha fatta: tutta Luino lo piange

Non ce l’ha fatta Giuseppe Serra, 49 anni, il motociclista coinvolto nel brutto incidente avvenuto lo scorso 9 aprile lungo il tratto della 394 che attraversa Brissago Valtravaglia. Il 49enne è morto l’altro ieri all’ospedale di Legnano dove era stato trasportato in elicottero. Serra era alla guida di una Honda Hornet insieme alla moglie Giovanna Ballinari, consigliere comunale a Luino.

«Uomo forte e speciale»

Secondo quanto accertato dai carabinieri la moto ha impattato con una Toyota Corolla guidata da una 49enne che avrebbe svoltato per imboccare una via laterale. Le condizioni di Serra erano apparse subito molto gravi; più leggere le ferite riportate dalla moglie. Serra era stato trasportato in ospedale in codice rosso. Per sette giorni ha lottato come un leone. L’altro ieri la drammatica notizia. E sono stati in tantissimi a stringersi intorno alla moglie Giovanna, molti i messaggi di cordoglio da parte di politici e amministratori. «Ci stringiamo in un forte abbraccio a Giovanna Ballinari e la sua famiglia - commenta il vice sindaco di Luino Alessandro Casali - Giovanna è una donna molto amata dai luinesi per la sua solarità ed il suo impegno professionale e politico in Comune. Proprio per questo anche il governatore Roberto Maroni, il segretario provinciale della Lega Nord Matteo Bianchi e la segreteria cittadina si uniscono a tutti noi nella vicinanza a Giovanna. Nelle sue scelte e nel percorso intrapreso - continua Casali - ha sempre avuto grande supporto da parte di un uomo forte e speciale: suo marito Giuseppe Serra l’ha sempre sostenuta in ogni azione».

Solidarietà e vicinanza anche da tutta l’assise consigliare luinese: «Il consiglio comunale tutto partecipa al dolore di Giovanna Ballinari e di suo figlio Alessandro - dichiara il Presidente del Consiglio Davide Cataldo - Giovanna oltre ad essere un ottimo Consigliere Comunale è prima di tutto un’amica sempre disponibile con tutti. Le auguriamo pronta guarigione e l’aspettiamo in Comune per abbracciarla tutti insieme». Anche il Capogruppo della Lega Nord Antonio Palmieri con la Sezione Luino- Nord Verbano sono vicini a lei, al figlio e alla famiglia. «Noi con lo stesso affetto ci siamo e ci saremo in qualsiasi momento», conclude Casali.

«Vicini alla sua famiglia»

Vicinanza anche dal sindaco di Luino Andrea Pellicini: «Esprimo tutta la mia vicinanza e quella dell’Amministrazione comunale a Giovanna, a suo figlio Alessandro e a tutti i loro familiari», ha detto il primo cittadino. «Giuseppe Serra ha lottato come un leone, ma non ce l’ha fatta. Lo ricorderemo tutti come una persona perbene, dedita alla sua famiglia e al lavoro. Una persona con valori veri che mancherà molto alla nostra comunità».

Nelle prossime ore l’autorità giudiziaria potrebbe affidare l’incarico per l’autopsia, la salma sarà quindi restituita ai familiari di Serra per le esequie. La morte di Serra cambia la posizione dell’automobilista di 49 anni alla guida dell’auto che ha impattato con la Hornet: la donna, quale atto dovuto, adesso è indagata per omicidio stradale oltre che per lesioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA