Piscine per tutti i gusti. E per tutte le tasche
Un esempio di piscina fuori terra

Piscine per tutti i gusti. E per tutte le tasche

Esterni - Sfruttare lo spazio in giardino o sul terrazzo è l’ideale per avere una vasca da utilizzare nei mesi estivi

Avere una piscina non è più un sogno per pochi. Sfruttare lo spazio in giardino o in terrazzo è l’ideale per avere una vasca da utilizzare nei mesi estivi. Le piscine fuori terra vi offrono questa possibilità. Al contrario delle piscine interrate tradizionali, le piscine fuori terra sono vasche montabili e smontabili che poggiano sul terreno e non necessitano di lavori impegnativi. Infatti per realizzare una piscina interrata occorre un permesso edilizio da parte del comune di residenza, sopralluoghi per l’analisi del terreno e quindi l’inizio dello scavo. Insomma un vero e proprio cantiere edile nel vostro giardino. Senza contare che non tutti i giardini hanno lo spazio adatto per la realizzazione.
Le piscine fuori terra offrono una vasta gamma di possibilità e potrete sceglierle in autonomia a seconda delle vostre esigenze senza preoccuparvi di ottenere permessi o di effettuare lavori. Naturalmente anche i costi sono più contenuti. In commercio ce ne sono di ogni tipo, forma e dimensione. Dalle classiche in gomma, a quelle in acciaio e rifinite in legno. Con scaletta per accedere e scivolo e addirittura con sistemi di riscaldamento.
L’ultima novità del settore è rappresentata dalle minipiscine idromassaggio, dotate di rivestimenti esterni resistenti agli agenti atmosferici e con isolamento termico integrato. Si trovano nella versione a libera installazione o da incasso. Le vasche sono realizzate in materiale acrilico rinforzato resistente ai raggi UV. In alcuni modelli è possibile scaldare l’acqua attraverso un collegamento a pannelli solari; altri hanno uno scambiatore di calore tra gli optional. La pannellatura è solitamente di materiale sintetico oppure in teak, molto spesso nell’estetica a doghe e in differenti finiture. Sono pensate per più persone e hanno mediamente quattro sedute, di cui una più lunga: ergonomiche e dotate di poggiatesta anatomici, queste permettono di godere appieno della piacevole azione dei getti idromassaggio, il cui flusso varia per intensità e portata. Con specifiche tecnologie i getti possono anche essere intercambiati, ruotati o spostati in base alle esigenze personali e alle parti del corpo che si desidera massaggiare.
Alcune minipiscine hanno anche led subacquei di differenti colori che creano una suggestiva atmosfera, altre dispongono anche di aromaterapia e ozonoterapia. Certi modelli possono essere attrezzati con sistemi audio con altoparlanti per ascoltare la musica anche sott’acqua. In alcuni casi il circuito idraulico è integrato nella struttura per cui è necessario per l’installazione soltanto il collegamento all’impianto elettrico. Se la minipiscina è prevista per il terrazzo, si dovrà controllare che la soletta del pavimento possa reggere il peso della vasca a pieno carico. Il montaggio deve essere affidato a personale qualificato che rilasci dopo l’installazione un attestato di conformità alle normative vigenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA