La fiaccola dei ragazzi arriva a Bergoglio. «Emozione che non dimenticheremo»
Il gruppo dei ragazzi cassanesi in piazza San Pietro

La fiaccola dei ragazzi arriva a Bergoglio. «Emozione che non dimenticheremo»

Il Papa l’ha benedetta ieri in piazza San Pietro. Ora la porteranno in bicicletta, pedalando a staffetta, da Roma fino a Cassano Magnago

«Assicuro la mia preghiera per tutti voi»: queste le parole che Papa Francesco ha rivolto ieri mattina, in piazza San Pietro, ai giovani di Cassano Magnago.

Il pontefice ha infatti benedetto la fiaccola che i ragazzi della comunità pastorale San Maurizio stanno ora portando in bicicletta, pedalando a staffetta, da Roma fino alla loro città. «È stato favoloso, un’emozione unica» riferisce entusiasta Mirko Pessotto, 24 anni, che a nome dei 120 tedofori, tutti presenti all’udienza generale, è salito sul sagrato della basilica per presentare al Santo Padre la luce da benedire. Un incontro a tu per tu impossibile da dimenticare: «Il Papa trasmette una grande dolcezza, per il modo in cui ti parla, ti guarda e ti sorride» racconta ancora Mirko.

Nell’anno del Giubileo straordinario della misericordia, gli oratori hanno dunque deciso di far partire dal Vaticano la tradizionale fiaccolata organizzata in onore del patrono cittadino San Maurizio: a Sua Santità è stata perciò regalata la maglietta prodotta per l’occasione e firmata da tutti i partecipanti. Un dono molto gradito dal pontefice, che non ha mancato di esprimere il suo grazie, apprezzando anche il contributo di oltre 1.200 euro, a lui consegnato dai ragazzi cassanesi, per i terremotati del Centro Italia.

Con la speciale fiaccolata di quest’anno i giovani di Cassano Magnago vogliono così dare continuità all’esperienza della Giornata mondiale della gioventù, vissuta lo scorso luglio a Cracovia, dove hanno incontrato il Papa insieme ai coetanei di ogni continente. È proprio per continuare a testimoniare la gioia della loro fede che stanno ora correndo, alternandosi sui pedali, lungo un itinerario di quasi 700 chilometri, distribuiti su quattro giorni, con tappe a Montefiascone, Firenze, Modena e Magenta. Domenica mattina è infine previsto l’arrivo a Cassano, dove i tedofori saranno accolti alle 10.30 sul sagrato della chiesa di San Giulio.

La benedizione di Francesco ha intanto dato la carica ai ragazzi, che ce la stanno mettendo davvero tutta: ad accompagnarli in questa avventura don Marco De Bernardi e don Andrea Arrigoni, responsabili dei tre oratori cassanesi. I due sacerdoti hanno dato fiducia ai giovani, dai quali è nata questa proposta, diventata realtà soprattutto grazie a Mirko Pessotto e Simone Sandri, che hanno lanciato l’idea della fiaccolata con partenza da Roma. E che si sono poi dati da fare, insieme a un gruppo di amici e con il sostegno del parroco don Gabriele Gioia, per organizzare al meglio l’iniziativa, studiando il percorso e scrivendo al Papa per chiedergli di benedire la fiaccola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA