Messaggia con il cliente davanti ai poliziotti. Così il pusher distratto si fa beccare con la coca
Il pusher distratto è stato beccato in zona Bustecche

Messaggia con il cliente davanti ai poliziotti. Così il pusher distratto si fa beccare con la coca

Un albanese di 28 anni non si è accorto che gli agenti lo sorvegliavano: denunciato in flagranza di reato

VARESE - Contatta il “cliente” sotto gli occhi dei poliziotti: pusher “distratto” denunciato per spaccio di droga. Il fatto è avvenuto l’altro ieri sera alle Bustecche.

Gli agenti della squadra volanti, della squadra amministrativa e del reparto prevenzione crimine di Milano erano impegnati in un servizio mirato proprio alla prevenzione dello spaccio. Gli agenti in servizio hanno immediatamente notato un ventottenne di nazionalità albanese fermo, al buio, in una zona nota per essere bazzicata da spacciatori.

Lo stesso ventottenne è una vecchia conoscenza degli uomini della polizia di Stato: già in passato si è dedicato all’attività di pusher finendo nelle maglie della giustizia. La presenza del giovane in quella precisa zona ha quindi immediatamente attirato l’attenzione degli agenti.

Il pusher, al contrario, non si è assolutamente reso conto della presenza dei poliziotti e, nel buio, ha continuato a messaggiare qualcuno con il cellulare. Quel “qualcuno”, questa l’ipotesi degli inquirenti, avrebbe potuto essere un cliente. Pochi minuti e una Golf si è fermata accanto al ventottenne. Il giovane è salito sull’auto guidata, si scoprirà poi, da un varesotto di 34 anni.

L’auto ha percorso poche centinaia di metri, sempre sorvegliata dai poliziotti, quindi si è fermata per fare scendere l’albanese. A quel punto sono intervenuti i poliziotti fermando sia la Golf che l’albanese. Addosso al trentaquattrenne gli agenti hanno trovato una dose di cocaina. L’uomo ha confermato di averla appena comprata dal ventottenne. Che è stato quindi denunciato in flagranza di reato per spaccio.

Nel corso del maxi controllo gli agenti della polizia di Stato hanno anche denunciato un trentenne per guida in stato d’ebbrezza. L’automobilista ci ha rimesso la patente con decurtazione di 10 punti. Controllati dagli agenti della squadra amministrativa anche un bar e una sala scommesse.

I poliziotti hanno rilevato violazioni amministrative tali da far scattare sanzioni per un ammontare complessivo superiore a 4.500 euro. L’attenzione della polizia di Stato all’ordine pubblico e alla sicurezza sono a 360gradi. In una notte sono state controllate complessivamente 170 persone e 89 veicoli. Servizi di questo tipo sono sempre più frequenti: la Questura sta lavorando per prevenire spaccio, reati predatori, ma anche per garantire sicurezza sulla strada e osservanza delle normative in tutti i locali pubblici della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA